Sportello RiEmergo

Gli sportelli Riemergo delle Camere di Commercio lombarde sono punti di riferimento, di informazione e di sensibilizzazione, al fianco di imprenditori, professionisti e cittadini, nell'impegno e nel contrasto all'illegalità economica e ai fenomeni di estorsione, racket, corruzione, contraffazione e usura.
Gli sportelli Riemergo sono operativi in tutti gli Enti Camerali Lombardi, creati in sinergia con Libera e Transparency Italia per raccogliere segnalazioni da imprese in difficoltà e accompagnarle verso la soluzione, in una rete condivisa con Unioncamere nazionale e il supporto di Regione Lombardia in AdP competitività.

Cosa fanno

Gli sportelli Riemergo delle Camere di Commercio offrono un primo orientamento sugli strumenti di supporto e sulle tutele esistenti, in particolare:

  1. Raccolgono le richieste di informazioni ed eventuali segnalazioni di imprenditori e cittadini nell’ambito della criminalità economica ( fenomeni di usura, racket, estorsione, corruzione, concussione, peculato, contraffazione).
  2. Forniscono informazioni di primo livello sulla legislazione vigente dei singoli fenomeni.Orientano e reindirizzano ai soggetti competenti le richieste che esulano dalle competenze degli Sportelli RiEmergo: in particolare indirizzano le richieste inerenti i fenomeni di racket, usura, estorsione, intimidazione e criminalità organizzata al servizio SOS Giustizia di Libera.
  3. Mettono a disposizione gli spazi nel caso in cui si manifesti la necessità di un incontro tra gli operatori del servizio SOS Giustizia di Libera e un utente. In tal caso, su richiesta dell’operatore di SOS Giustizia, la Camera di Commercio metterà a disposizione gli appositi locali, garantendo la riservatezza e la tutela del richiedente aiuto.
  4. Collaborano con il servizio SOS Giustizia di Libera che dal 2018 si è trasformato in LINEA LIBERA: un servizio telefonico gratuito che funge da primo soccorso a chi intende segnalare episodi opachi o veri e propri reati di origine mafiosa. Linea Libera sviluppa il suo servizio attraverso operatori esperti e formati e mette a disposizione un numero verde gratuito 800.58.27.27 e l’indirizzo mail linealibera@libera.it, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e il giovedì dalle 15 alle 19. Il servizio si rivolge nello specifico a:
    • Potenziali whistleblower che hanno assistito a opacità sul luogo di lavoro o hanno già segnalato e in seguito hanno subito ritorsioni
    • Vittime di usura, di estorsione, di fatti corruttivi
    • Testimoni che vogliano denunciare un reato di origine mafiosa
Perché lavorano in rete

La Lombardia rappresenta un importante centro produttivo e finanziario e proprio in ragione della sua importanza economica è divenuta negli anni territorio ambito e conteso dalla criminalità organizzata, il cui forte radicamento nel territorio e nel tessuto economico lombardo è dimostrato dall’elevato numero di beni immobili e aziendali confiscati. Inoltre l’attuale crisi economico-finanziaria sta interessando anche le aziende lombarde, diminuendone la liquidità finanziaria e inducendole, più frequentemente rispetto al passato, a cadere vittima di organizzazioni criminali dedite all’usura e all’estorsione.

I sempre più diffusi fenomeni di infiltrazione criminale nel tessuto produttivo e nell’economia “legale” rendono necessario investire nelle attività di informazione, sensibilizzazione e prevenzione, accanto a quelle di repressione, per garantire i principi di libertà d’impresa e della concorrenza leale.
Unioncamere Lombardia e le Camere di Commercio Lombarde in sinergia con Regione Lombardia, supportati dai partner LIBERA - Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie e TI – Transparency International Italia hanno così scelto di affiancare gli imprenditori lombardi - prime vittime delle organizzazioni criminali - investendo nelle attività di informazione, sensibilizzazione, prevenzione, ascolto e accompagnamento per garantire i principi di libertà d’impresa e della concorrenza leale nella consapevolezza che soltanto insieme si possono sconfiggere le mafie e le illegalità e valorizzare l’economia sana, legale e conveniente

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito: www.sportelliriemergo.it

Vademecum antiracket e antiusura

La Prefettura di Brescia e il suo Minipool Antiracket e Usura, in collaborazione con le Forze di Polizia, le Associazioni di Categoria i Comuni e la Camera di Commercio, hanno messo in campo le loro forze per essere di aiuto alle famiglie ed agli imprenditori, predisponendo il "Vademecum anti usura e anti estorsione" di seguito consultabile.

file in formato pdfVademecum antiracket e anti usura (dimensione 490 Kb)

Dove rivolgersi

Ufficio

Tutela del Mercato
Via Einaudi, 23 - 25121 Brescia - II Piano

Contatti

Email: tutela.mercato@bs.camcom.it

PEC: tutela.mercato@bs.legalmail.camcom.it

Telefono: 030.3725.374-363

Fax: 030.3725.300

Orari

Dal lunedì al giovedì: 9.00 - 15.30
Venerdì: 9.00 - 13.00

Accesso

Si riceve previo appuntamento

Ultima modifica
Mer 28 Set, 2022