Utilizziamo i cookie su questo sito per migliorare la tua esperienza

Centri tecnici e Officine cronotachigrafi CEE (analogici)

Cosa sono

Le operazioni di installazione (primo montaggio) e attivazione così come gli interventi tecnici (una qualsiasi delle operazioni di cui all'art. 22 del Regolamento (UE) n. 165/2014) sui tachigrafi digitali (e intelligenti) possono essere eseguite esclusivamente dalle officine, o dai costruttori di veicoli, autorizzati dalle autorità competenti degli stati membri (in Italia dal Ministero dello Sviluppo Economico). I soggetti autorizzati ad eseguire interventi tecnici sui tachigrafi digitali sono definiti Centri tecnici.

Ad ogni Centro tecnico autorizzato il Ministero attribuisce un codice identificativo univoco.

Unioncamere forma l'elenco dei Centri tecnici autorizzati; l'elenco è pubblico e liberamente consultabile.

I soggetti che possono essere autorizzati, in qualità di Centri tecnici, ad operare sui tachigrafi sono:

  1. i fabbricanti e i rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di veicoli con impianti di produzione in Italia, sui cui veicoli vengono montati i tachigrafi (“digitali” fino al 14 giugno 2019, "intelligenti" dal 15 giugno 2019);

  2. i fabbricanti di carrozzerie per autobus e autocarri, nelle cui carrozzerie vengono montati i tachigrafi (“digitali” fino al 14 giugno 2019, "intelligenti" dal 15 giugno 2019);

  3. i fabbricanti e i rappresentanti legali di fabbricanti extracomunitari di tachigrafi (“digitali” fino al 14 giugno 2019, "intelligenti" dal 15 giugno 2019) nonché le officine concessionarie;

  4. le officine di riparazione di veicoli nel settore meccanico o elettrico.

Requisiti

I soggetti che richiedono di poter svolgere interventi tecnici sui tachigrafi digitali sono autorizzati in qualità di Centri tecnici quando, oltre ad essere iscritti al registro delle imprese, soddisfano i requisiti tecnici di cui ai punti 1 (requisiti tecnici generali) e 2 (requisiti tecnici dei mezzi e delle apparecchiature) dell'allegato del Decreto 10 agosto 2007.

Altresì, per essere autorizzati a svolgere gli interventi tecnici, i Centri tecnici devono disporre di un sistema di gestione per la qualità (ISO 9000) rilasciato da organismi di certificazione accreditati che preveda l'attività di taratura e prova di strumenti di misura.

I soggetti che svolgono unicamente le attività di primo montaggio e attivazione dei tachigrafi, non sono tenuti al rispetto dei requisiti tecnici di cui all'allegato del Decreto. L'autorizzazione viene rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico, su richiesta del titolare del Centro tecnico alla Camera di commercio competente per territorio, la quale provvede ad inviare al Ministero l'istanza di autorizzazione. Il rinnovo annuale dell'autorizzazione compete alla Camera di commercio.

L'autorizzazione dei Centri tecnici ad effettuare le operazioni di primo montaggio, di attivazione e di intervento tecnico viene rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico, previa richiesta del titolare del Centro tecnico alla Camera di commercio competente per territorio, la quale provvede a) ad inviare al Ministero l'istanza di autorizzazione completa della documentazione e b) a svolgere l'esame istruttorio preventivo. L'autorizzazione ha la durata di un anno ed è rinnovabile presentando istanza alla Camera di commercio (competente al rinnovo).

Obblighi

I Centri tecnici devono registrare tutti gli interventi tecnici effettuati su apposito registro che può essere realizzato anche con procedure informatiche.

Il titolare del Centro tecnico è responsabile della conservazione degli strumenti, nonché delle carte tachigrafiche dell'officina, necessarie per gli interventi tecnici.

Qualsiasi smarrimento, perdita o furto deve essere tempestivamente comunicato, da parte del responsabile del Centro tecnico, al Ministero dello Sviluppo Economico e alla Camera di commercio competente per territorio. Nel caso di furto si deve inoltre sporgere denuncia alle autorità di pubblica sicurezza.

Le variazioni dei dati di cui al comma 3 dell'art. 8 del Decreto 10 agosto 2007:

a) nome, denominazione o ragione sociale del titolare del Centro tecnico autorizzato;

b) indirizzo completo del centro;

c) codice identificativo assegnato;

d) recapito telefonico, di fax ed eventuale indirizzo di posta elettronica,

così come le variazioni del personale tecnico (responsabile tecnico e tecnici), devono essere comunicate dal Centro tecnico alla Camera di commercio competente per territorio.

Incompatibilità

I soci, i dirigenti ed il personale del Centro tecnico non possono partecipare ad imprese che svolgono attività di trasporto su strada.

Il divieto di cui sopra non opera nei confronti:

  • dei soci, dei dirigenti e del personale dei centri tecnici che partecipano ad imprese che svolgono attività di vendita di veicoli, cui è correlata una attività di trasporto e di locazione senza conducente di veicoli a terzi, a condizione che il centro tecnico non svolga interventi sui veicoli di proprietà dell'impresa di vendita cui è correlata l'attività di trasporto o di noleggio;
  • dei dirigenti e del personale dei centri tecnici dipendenti di aziende di trasporti a capitale interamente pubblico a condizione che il centro tecnico non svolga interventi sui veicoli di proprietà dell'azienda.
Conservazione dei dati

Il Centro tecnico deve garantire lo scarico periodico dei dati, la creazione di una copia di sicurezza e la conservazione dei registri archiviati nella memoria delle carte tachigrafiche dell'officina, senza perdita di informazioni, per le finalità di cui al Decreto 10 agosto 2007. Questi dati devono essere conservati per almeno tre anni successivi al loro scaricamento.

Il Centro tecnico, nel caso di sostituzione o ritiro dell'unità elettronica di bordo di un apparecchio di controllo attivo installato su un veicolo, deve eseguire i trasferimenti di dati contenuti nella memoria dell'apparecchio di controllo al solo fine di renderli disponibili alla ditta di trasporti cui sono destinati. Per ciascun trasferimento realizzato è necessario effettuare una copia di sicurezza su supporto informatico. I file informatici dei trasferimenti effettuati e le copie di sicurezza debbono essere custoditi per un anno dalla data del trasferimento. Trascorso tale periodo devono essere distrutti. Tutti i trasferimenti effettuati, compresi quelli tentati e non portati a termine, devono essere riportati nel registro degli interventi tecnici. Nel caso in cui non sia possibile trasferire i dati con i mezzi a disposizione del Centro tecnico, lo stesso Centro rilascerà in duplice copia un certificato di intrasferibilità, una delle quali sarà spedita con raccomandata (o posta elettronica certificata) alla ditta di trasporti. Il Centro tecnico dovrà custodire copia dei certificati emessi per un periodo di cinque anni.

Sorveglianza

La sorveglianza sui Centri tecnici autorizzati è esercitata dalle Camere di commercio ed è finalizzata a verificare che siano adempiuti gli obblighi previsti nel provvedimento di autorizzazione. La stessa è effettuata, con cadenza almeno annuale, mediante visite e verifiche ispettive non preannunciate.

Il Centro tecnico ha l'obbligo di consentire l'accesso, ai fini della sorveglianza, ai luoghi di fabbricazione, di ispezione e di prova, fornendo tutte le indicazioni necessarie e in particolare:

  1. la documentazione tecnica;
  2. i dati relativi alle operazioni di primo montaggio e di taratura effettuate, nonché la documentazione relativa al sistema di qualità, ove previsto.
Costi e modalità di pagamento

Per le attività connesse al Tachigrafo sono previsti i seguenti diritti di segreteria:

  • Nuova autorizzazione Centro tecnico (prima autorizzazione): Euro 370,00 - in questo caso l'impresa deve richiedere l'emissione dell'avviso di pagamento all'Ufficio Metrico e Tutela del prodotto inviando la richiesta all'indirizzo PEC metrico.brescia@bs.legalmail.camcom.it
  • Autorizzazioni successive (estensione autorizzazione tachigrafi intelligenti o estensione autorizzazione cronotachigrafi CEE): Euro 260,00 - in questo caso l'impresa deve richiedere l'emissione dell'avviso di pagamento all'Ufficio Metrico e Tutela del prodotto inviando la richiesta all'indirizzo PEC metrico.brescia@bs.legalmail.camcom.it
  • Rinnovo annuale autorizzazione Centro tecnico: Euro 185,00 - l'impresa deve attendere la comunicazione di "preavviso prossima scadenza autorizzazione" che verrà inviata dall'Ufficio Metrico e Tutela del prodotto entro 30 giorni prima della scadenza dell'autorizzazione. L'impresa troverà l'avviso di pagamento pagoPA in allegato alla suddetta comunicazione.

Dal 1° marzo 2021 è scattato l’obbligo di pagare quanto dovuto alla Camera di Commercio di Brescia - così come a tutte le altre Pubbliche Amministrazioni - tramite la piattaforma PagoPA (vedi D.L. 16 del 30 dicembre 2019) pertanto non è più possibile effettuare pagamenti alla Camera di Commercio tramite bonifico e tramite bollettino di c/c postale.

PagoPA non è un sito dove pagare, ma una nuova modalità per eseguire, tramite i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti, i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modalità standardizzata. Si possono effettuare i pagamenti direttamente sul sito o sull’applicazione mobile dell’Ente (qualora sia previsto) o attraverso i canali sia fisici che online di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come ad esempio:

  • presso le agenzie della banca

  • utilizzando l’home banking del PSP (riconoscibili dai loghi CBILL o pagoPA)

  • presso i punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5

Per approfondimenti sullo strumento: www.pagopa.gov.it/

 

Attenzione:

Dal 1° marzo 2021, pertanto, il versamento può essere effettuato, alternativamente:

  • direttamente allo sportello in contanti, oppure con bancomat o carta di credito;

  • tramite richiesta di emissione di avviso di pagamento PagoPA, da inviare all'indirizzo di posta elettronica metrico@bs.camcom.it.

    Nella richiesta di emissione dell'avviso di pagamento devono essere specificati il tipo di servizio di riferimento, oltre ai seguenti dati del destinatario:

    - il cognome e nome
    - il codice fiscale
    - l'indirizzo
    - l'indirizzo e-mail

Estensione dell'autorizzazione ai Centri Tecnici per operare anche sui cronotachigrafi CEE (analogici)

I Centri tecnici autorizzati per l’attività di montaggio, attivazione ed interventi tecnici sui tachigrafi digitali possono richiedere l’estensione dell’autorizzazione per poter operare, limitatamente alle sole riparazioni e revisioni, anche sui cronotachigrafi CEE (analogici).

Il titolare o legale rappresentante che intenda avvalersi della suddetta estensione, presenta apposita domanda in bollo alla Camera di commercio, che provvede alla sua trasmissione al Ministero dello Sviluppo Economico, competente al rilascio della stessa.

Prontuario adempimenti Centri Tecnici e Officine cronotachigrafi CEE

L'ufficio Metrico e Tutela del prodotto della Camera di commercio di Brescia ha predisposto un vademecum al fine di aiutare e guidare le imprese nella predisposizione della documentazione richiesta nei vari adempimenti previsti per i Centri tecnici e le officine cronotachigrafi CEE. Nel vademecum l'impresa troverà informazioni sia di carattere generale sia specifiche per singolo adempimento. Tutti i modelli in pdf compilabile sono direttamente disponibili all'interno del vademecum stesso.

documento in formato pdf Prontuario adempimenti Centri tecnici e Officine cronotachigrafi CEE (dimensione 284 kb)

Normativa di riferimento

D.M. 10 agosto 2007 - Modalità e condizioni per il rilascio delle omologazioni dell'apparecchio di controllo, delle carte tachigrafiche, nonché delle autorizzazioni per le operazioni di primo montaggio e di intervento tecnico

Regolamento (CE) 561/2006 - in materia di periodi di guida, interruzioni e periodi di riposo

Regolamento (UE) n. 165/2014 - relativo ai tachigrafi nel settore dei trasporti su strada

Informativa Privacy

Per prendere visione dell'informativa Privacy completa si prega di cliccare sul seguente link

documento in formato pdf Informativa Privacy (dimensione 199 kb)

Dove rivolgersi

Ufficio

Metrico e Tutela del Prodotto
Metrologia
Via Einaudi, 23 - 25121 Brescia

Contatti
Avvisi/note

Modalità di richieste on line: collegarsi alla pagina SERVIZIonline

Ultima modifica
Ven 15 Apr, 2022