Utilizziamo i cookie su questo sito per migliorare la tua esperienza

Rifiuti pile accumulatori (RPA) - Registri

​​

Che cosa è

Alle Camere di commercio è affidata la tenuta del registro telematico nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori, istituito presso il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.


La Camera di Commercio non effettua verifiche sulle pratiche presentate: la procedura telematica prevede una serie di controlli e di vincoli che facilitano l'inserimento di informazioni corrette. La Camera di Commercio verifica solo la presenza dei dati relativi al pagamento degli importi dovuti per la pratica e trasmette i dati direttamente al Ministero dell'Ambiente.

 

Tutte le informazioni sul registro e sui soggetti tenuti ad iscriversi sono disponibili sul sito http://www.registropile.it/

Che cosa bisogna fare

L'iscrizione al registro avviene esclusivamente per via telematica, con utilizzo del dispositivo di firma digitale (smart card o carta nazionale dei servizi), attraverso il portale http://www.impresa.gov.it/ raggiungibile anche dal sito http://www.registropile.it/


Per approfondimenti sui dispositivi di firma digitale è possibile visitare le pagine firma digitale o carta nazionale dei servizi .


I soggetti iscritti comunicano, con le stesse modalità previste per l'iscrizione, qualsiasi variazione dei dati comunicati all'atto dell'iscrizione, nonché la cessazione dell'attività soggetta all'obbligo di iscrizione.


I soggetti iscritti devono comunicare annualmente, entro il 31 marzo, i dati relativi alle pile ed accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno precedente.

Costi

L'iscrizione al registro comporta il versamento di:

  • tassa di concessione governativa pari a 168,00 euro

    effettuato mediante versamento sul c/c postale n. 8003 intestato a "Agenzia delle entrate Ufficio di Roma 2 Centro Operativo Pescara Tasse Concessioni Governative" Codice causale 8617 "altri atti". Copia dell'attestato di versamento della tassa di concessione governativa, acquisita mediante scanner, deve essere allegata alla pratica di iscrizione trasmessa attraverso il portale http://www.impresa.gov.it/; l'originale dell'attestazione di versamento deve essere inviato tramite posta al Ministero dell'Ambiente;

  • imposta di bollo pari a 16,00 euro

    effettuato mediante Telemaco Pay tramite l'indirizzo www.telemaco.infocamere.it.

L'accesso e il pagamento possono essere effettuati da soggetti diversi dall'impresa titolare della pratica, purché titolari di contratto Telemaco Pay. Il pagamento telematico può essere effettuato solo dopo l'invio della pratica dal portale http://www.impresa.gov.it/.

Dopo la spedizione l'utente riceve l'avviso di avvenuta presentazione nel quale è indicato il codice pratica con cui può accedere a Telemaco Pay ed effettuare i pagamenti.


Le variazioni e cancellazioni al registro comportano il versamento di:

  • imposta di bollo pari a 16,00 euro

    effettuato mediante Telemaco Pay tramite l'indirizzo www.telemaco.infocamere.it . Non è dovuta la tassa di concessione governativa.

Per la comunicazione annuale non è previsto il versamento di alcun importo.

Pagamento

Dal 1° marzo 2021 è obbligatorio pagare quanto dovuto alla Camera di Commercio di Brescia - così come a tutte le altre Pubbliche Amministrazioni - tramite la piattaforma PagoPA .

Non è, pertanto, più possibile effettuare pagamenti alla Camera di Commercio tramite bonifico e tramite bollettino di c/c postale.  

PagoPA non è un sito dove pagare, ma una nuova modalità per eseguire, tramite i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti, i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modalità standardizzata.

In sede di iscrizione all'esame la procedura guidata prevede il pagamento in modalità immediata tramite:

- Carta di credito (anche prepagata);

- Carta di debito;

- Altri metodi di pagamento per via elettronica (e-payment) previsti dalla piattaforma PagoPa. 

Per approfondimenti sullo strumento: www.pagopa.gov.it/

A chi rivolgersi

Per informazioni e approfondimenti consultare il sito del Ministero dell'Ambiente http://www.registropile.it/