Bandi di contributo non camerali

In questa pagina sono elencati i principali bandi di agevolazione emanati da soggetti diversi della Camera di Commercio di Brescia quali Ministeri, Regione Lombardia, Sistema Camerali Lombardo.

Nelle sezioni successive sono contenute sintesi dei bandi attualmente attivi: si invita a leggere con attenzione i singoli bandi che  contengono tutte le indicazioni di dettaglio necessarie alla corretta presentazione delle domande di agevolazione. 

BANDO SI4.0 2022 – Sviluppo di soluzioni innovative 4.0

Scadenza 28 Ottobre 2022

Promuovere la realizzazione di progetti per la sperimentazione, prototipazione e messa sul mercato di soluzioni, applicazioni, prodotti e servizi innovativi 4.0, stimolando la domanda a lungo termine di tali soluzioni e incentivando la collaborazione delle imprese con i soggetti qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie 4.0. Verrà riconosciuta particolare rilevanza a progetti che apportino effetti positivi in termini di eco-sostenibilità ed efficientamento energetico realizzato dai servizi/prodotti proposti e per quelli rivolti al miglioramento della cybersecurity e business continuity nelle aziende.

A chi si rivolge 

le MPMI con sede legale e/o operativa in Lombardia (non imprese agricole).

Tipo di agevolazione

L’intensità dell’agevolazione è pari a un contributo del 50% dei costi ammissibili.

Investimento minimo 40.000 euro, contributo massimo 50.000 euro

Cosa finanzia

Sono ammissibili progetti di sperimentazione, prototipazione e messa sul mercato di soluzioni, applicazioni, prodotti/servizi innovativi 4.0 prontamente cantierabili e che dimostrino il potenziale interesse di mercato, con una particolare attenzione per i progetti che apportino effetti positivi in termini di eco-sostenibilità ed efficientamento energetico realizzato dai servizi/prodotti proposti (es. sistemi per il monitoraggio e la riduzione delle emissioni di CO2, piattaforme per la gestione dei dati ambientali, gestione e dialogo con gli stakeholder ecc.) e per quelli rivolti al miglioramento della cybersecurity e business continuity nelle aziende.

Gli elenchi dettagliati delle spese sono contenuti nell'articolo B.2 Interventi agevolabili del Bando

Contatti e modalità di presentazione della domanda

l bando esteso, la modulistica e i contatti sono disponibili sul sito di Unioncamere Lombardia.

Le domande di partecipazione devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it dalle ore 10.00 del 29 settembre 2022 fino alle ore 12.00 del 28 ottobre 2022.

Bonus Export Digitale prorogati i termini

Il contributo è rivolto al rimborso delle spese sostenute dalle microimprese per dotarsi di servizi e prodotti digitali funzionali per l’internazionalizzazione della propria impresa, da acquisire da fornitori che risultino iscritti nell’elenco delle società abilitate.

Il Bonus Digitale sarà presentato durante un webinar che si terrà il 30 settembre 2022 dalle ore 10.00, a cura dell'ICE. Iscrizioni al seguente link, per ulteriori informazioni webinar.servizi@ice.it

A chi si rivolge

Il contributo è rivolto alle microimprese manifatturiere iscritte al registro delle imprese: Società, Ditte individuali, Artigiani, Reti, Consorzi

Tipo di agevolazione

Gli importi erogabili a imprese reti e consorzi sono pari a:

  • 4.000 euro alle microimprese a fronte di spese ammissibili non inferiori - al netto dell’IVA - a 5.000 euro;
  • 22.500 euro alle reti e consorzi a fronte di spese ammissibili non inferiori - al netto dell’IVA - a 25.000 euro (alle reti e ai consorzi beneficiari del contributo devono aderire almeno cinque microimprese).
Cosa finanzia

E' un progetto del Ministero degli Esteri e dell'Agenzia ICE che punta a sostenere le microimprese manifatturiere nelle attività di internazionalizzazione attraverso soluzioni digitali come:

  • realizzazione di siti e-commerce e/o app mobile
  • realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per amplificare la presenza online attraverso attività di digital marketing (e-commerce, campagne, presenza social) adatte al settore di competenza
  • servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano
  • iscrizione e/o abbonamento a piattaforme SaaS (Software as a Service) per la gestione della visibilità e spese di content marketing
Bando, contatti e modalità di presentazione della domanda

Le richieste di bonus possono essere effettuate esclusivamente tramite Invitalia SpA

Bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con cui il Ministero dello sviluppo economico rifinanzia con 46 milioni di euro per il 2022 i nuovi bandi Brevetti+, Disegni+ e Marchi+ 
L’intervento rientra nell’ambito della programmazione prevista dalla riforma sulla proprietà industriale per il triennio 2021-2023.

Brevetti+

Domande dal 17 Settembre 2022
Brevetti+ è l’incentivo per valorizzare i brevetti più attuali e i progetti più qualificati che derivano dai risultati della ricerca pubblica e privata.
L’obiettivo è sostenere la capacità innovativa e competitiva delle micro, piccole e medie imprese attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei brevetti sui mercati nazionali e internazionali.
Brevetti+ ha una dotazione di 30 milioni di euro (di cui 10 milioni di risorse PNRR). 
Bando a sportello, fino a esaurimento delle risorse disponibili.
Bando e modalità di presentazione della domanda sono disponibili sul sito di Invitalia 

 

Disegni+

Domande dal 01 Ottobre 2022 
Oggetto dell’agevolazione è la realizzazione di un progetto finalizzato alla valorizzazione di un disegno/modello - singolo o di uno o più disegni/modelli appartenenti al medesimo deposito multiplo
Bando e modalità di presentazione della domanda sono disponibili sul sito Disegnipiu2022

Marchi+ 

Domande dal 25 Ottobre 2002 

Il bando intende supportare le imprese di micro, piccola e media dimensione nella tutela dei marchi all’estero mediante agevolazioni concesse nella forma di contributo in conto capitale, attraverso le seguenti Misure agevolative: 

  • Misura A - Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione europea presso EUIPO (Ufficio dell’Unione europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici;  
  • Misura B - Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici. 

Bando e modalità di presentazione della domanda sono disponibili sul sito Marchipiu2022

Bando Filiere 2022

Regione Lombardia e il Sistema Camerale lombardo, attivano il bando “Innovazione dei processi e dell’organizzazione delle filiere produttive e di servizi e degli ecosistemi industriali produttivi ed economici in Lombardia” finalizzato a sostenere l’avvio di nuove filiere ed ecosistemi ed il rafforzamento di filiere già costituite, sviluppando interconnessioni tra imprese a sostegno dell’innovazione dei processi e dell’organizzazione, anche attraverso interventi di digitalizzazione. 

A chi si rivolge
  • Filiere che abbiano presentato domanda entro il 15 settembre 2022 (e non il 30 settembre come erroneamente indicato al punto C.4 del bando) sulla Manifestazione di interesse approvata con d.d.u.o. n. 2338 del 24 febbraio 2022 (ai sensi della DGR n. 5899/2022) e che abbiano ottenuto riconoscimento da Regione Lombardia entro il 15 ottobre 2022.
  • Aggregazioni di imprese già costituite o da costituirsi ed operanti nell’ambito di una o più filiere produttive e/o ecosistemi industriali, produttivi ed economici che pur rappresentando una filiera non hanno partecipato alla Manifestazione di interesse sopra citata
Tipo di agevolazione

Il contributo a fondo perduto massimo concedibile per progetto è di euro 400.000,00 a copertura delle spese ammesse nei limiti del 50% delle PMI e del 15% per l’eventuale grande impresa che collabora attivamente alla realizzazione del progetto.

Cosa finanzia

I “progetti di filiera”, sviluppati nell’ambito del partenariato di filiera, devono prevedere investimenti nell’ambito degli Interventi ammissibili, finalizzati a implementare meccanismi virtuosi di accelerazione dell'innovazione tecnologica, digitale, organizzativa e sostenibile dei processi produttivi delle imprese partner e per agevolare/consolidare un posizionamento competitivo grazie al raggiungimento di un più elevato potenziale in termini di produttività ed attrattività.

Elenco dettagliato delle spese, importo e caratteristiche dell'agevolazione sono dettagliate nel punto B. del bando

Bando, contatti e modalità di presentazione della domanda

l bando integrale, istruzioni e modulistica sono disponibili sul sito di Unioncamere Lombardia.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 5 settembre fino al 17 ottobre 2022.

Dal 28 febbraio 2021, la profilazione su www.registroimprese.it può avvenire esclusivamente con SPID, CNS o CIE.

Contatti: Area Servizi per le imprese - Assistenza e Sviluppo PMI - email: imprese@lom.camcom.it

Turismo eno agro olio 2022

Dal 25 luglio 2022 ore 11:00 al 14 ottobre 2022 ore 12:00

Il bando ha l'obiettivo di supportare le imprese vitivinicole, gli agriturismi che promuovono i vini lombardi DOP e IGP e producono olio extravergine di oliva lombardo DOP, i Consorzi di produttori di vino DOP e IGP e dell’olio extravergine di oliva e le Strade dei Vini e dei Sapori che realizzano investimenti per la promozione dell’enoturismo e dell'olioturismo.

A chi si rivolge

Possono partecipare al bando: 

  • micro, piccole e medie imprese aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia e operanti come imprese vitivinicole (produttori di vino, cantine), imprese agricole produttrici di olio, frantoi e agriturismi lombardi che intendono promuovere vini (DOP E IGP) e oli di qualità;
  • Consorzi di Tutela dei vini DOP e IGP lombardi e degli olii extravergini di oliva “Garda” e “Laghi Lombardi” DOP che abbiano sede operativa in Lombardia;
  • Strade dei vini e dei sapori che hanno ottenuto il riconoscimento da parte di Regione Lombardia, in forma singola o in partenariato fra di loro, ed eventuali loro Associazioni e Federazione.
Tipo di agevolazione

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto parametrato alle sole spese ammissibili al netto di IVA (tranne nei casi in cui la stessa non sia in alcun modo recuperabile) in misura pari:

 - al 50% per imprese e Consorzi, nel limite massimo di 10.000,00 euro per beneficiario

 - al 100% per le Strade del Vino e dei Sapori nel limite massimo di 18.000,00 euro per beneficiario.

L’investimento minimo per imprese e Consorzi è pari a euro 2.000,00; l’investimento minimo per le Strade del vino e dei Sapori è pari a euro 5.000,00.

Cosa finanzia
  • interventi di adeguamento di imprese vitivinicole, di agriturismi che promuovono i vini lombardi DOP e IGP, dei Consorzi di produttori di vino DOP e IGP e delle Strade del Vino e dei Sapori per lo svolgimento dell’attività eno-agrituristica;
     
  • interventi similari per agriturismi produttori di olio extravergine di oliva lombardo DOP, Consorzi dell’olio extravergine di oliva “Garda” e “Laghi Lombardi” DOP e delle Strade del Vino e dei Sapori per lo svolgimento di attività informative e formative per la conoscenza delle produzioni di qualità degli oli extravergini DOP.

L'elenco delle spese ammissibili è descritto nell'articolo B3 Spese ammissibili del bando.

Contatti e modalità di presentazione della domanda

Il bando integrale, istruzioni e modulistica sono disponibili sul sito di Unioncamere Lombardia.

 

Le domande di partecipazione devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it, dalle ore 11:00 del 25 luglio 2022 alle ore 12:00 del 14 ottobre 2022.

 

Per l'invio telematico è possibile accedere tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it con SPID, CNS o CIE o attraverso le credenziali rilasciate precedentemente al 28 febbraio 2021 e completare la registrazione seguendo le indicazioni ricevute alla mail indicata.

 

Per chiarimenti e assistenza sui contenuti del Bando e sulla procedura di presentazone domande scrivere a territorio@lom.camcom.it

Problemi tecnici di natura informatica: telefono 049.2015215

Qualità Artigiana

Dal 7 luglio al 17 ottobre 2022

Obiettivo del bando è promuovere il mantenimento e il rafforzamento della cultura e della qualità artigiana, la conoscenza dei prodotti artigiani, favorire la trasmissione dell’attività di impresa artigiana tra generazioni e sostenere interventi di sviluppo e innovazione per le imprese artigiane come previsto dalla LR 28 aprile 2021 che ha istituito il riconoscimento“Qualità Artigiana”.

Una commissione consegnerà il riconoscimento “Qualità artigiana” con evento pubblico. I partecipanti beneficeranno anche di un contributo a fondo perduto per sviluppare, consolidare e innovare la propria attività.

A chi si rivolge

Alle MPMI iscritte ed attive alla sezione speciale “Imprese artigiane” del Registro Imprese delle Camere di Commercio operanti nei settori artistico, manifatturiero e della trasformazione alimentare con sede legale e/o operativa in Lombardia

Tipo di agevolazione

Le imprese artigiane possono chiedere un contributo regionale che consiste in una somma di denaro, a fondo perduto, di massimo € 10.000,00 che viene concesso nei limiti della dotazione finanziaria individuata (in conto capitale e in conto corrente).

Tutti i dettagli sono indicati nell'articolo B.1 Caratteristiche dell’agevolazione e Regime di Aiuto

Cosa finanzia

Sono ammissibili, al netto di IVA:

  • spese in conto capitale: a titolo di esempio, acquisto di beni strumentali/macchinari/attrezzature, hardware e software gestionali ,
  • spese in conto corrente: a titolo di esempio, spese per comunicazione digitale, spese per formazione del personale, spese per ottenimenti di certificazioni

L'elenco completo delle spese è disponibile nell'articolo B.2 Spese ammissibili del bando

Bando, contatti e modalità di presentazione della domanda

l bando integrale e la modulistica sono disponibili sul sito di Unioncamere Lombardia.

Le domande di partecipazione devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it dalle ore 11.00 del 7 luglio alle ore 17.00 del 17 ottobre 2022

Per l’invio telematico è possibile accedere tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it con SPID, CNS o CIE o attraverso le credenziali rilasciate precedentemente al 28 febbraio 2021 e completare la registrazione seguendo le indicazioni ricevute alla mail indicata

Chiarimenti e assistenza sui contenuti del Bando e sulla procedura di presentazione domande scrivere a imprese@lom.camcom.it;

Problemi tecnici di natura informatica - Infocamere tel. 049.2015215

Digital Export 2022

Riapertura temini: nuova scadenza 9 settembre 2022

Il bando sostiene le MPMI lombarde nello sviluppo e consolidamento della propria posizione sul mercato internazionale tramite un duplice intervento:

  • l’impiego di un DEM (Digital Export Manager) che predisponga una strategia di espansione sui mercati esteri tramite l’utilizzo degli strumenti digitali;
  • l’utilizzo dello strumento dell’E-commerce, incentivando l’accesso a piattaforme cross border (B2B e/o B2C) e i sistemi e-commerce proprietari (siti e/o app mobile).
A chi si rivolge 

MPMI lombarde iscritte ed attive al Registro delle Imprese (che non abbiano beneficiato in passato dei bandi “E-commerce 2021” di Unioncamere Lombardia, “E-commerce per i mercati internazionali 2021” della Camera di commercio di Mantova e Bando Connessi edizioni 2021 e 2022 della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi)

Tipo di agevolazione 

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a parziale copertura delle spese sostenute (al netto di IVA) come da tabella sottostante, con due diverse tipologie di intervento.

Cosa finanzia 

Il bando prevede un voucher per l'acquisto di servizi di un Digitale Export Manager (DEM) e per la promozione dell'e-commerce.

  1. Per la parte “DEM”, il contributo è forfettario e pari a € 3.000 a fronte di una spesa almeno pari a  € 6.000,00 per le voci di spesa indicate in seguito.
  2. Per la parte “E-commerce”, il contributo è invece variabile in funzione della spesa effettivamente sostenuta fino ad un massimo di € 5.000,00.

 

 

Il contributo massimo riconoscibile per ciascuna impresa è quindi pari a € 8.000,00.

Termini e modalità di presentazione delle domande 

Tutte le informazioni, il bando e la modulistica sono disponibili sul sito di Unioncamere Lombardia. 

 

Le domande di partecipazione devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it dalle ore 11.00 del 9 maggio 2022 fino alle ore 12.00 del 09 Settembre 2022 (salvo esaurimento anticipato delle risorse).

Per l’invio telematico è possibile accedere tramite il sito  http://webtelemaco.infocamere.it con SPID, CNS o CIE o attraverso le credenziali rilasciate precedentemente al 28 febbraio 2021 e completare la registrazione seguendo le indicazioni ricevute alla mail indicata.

Chiarimenti e assistenza sui contenuti del Bando e sulla procedura di presentazione domande scrivere a imprese@lom.camcom.it; Problemi tecnici di natura informatica - Infocamere tel. 049.2015215

o di agevolazione 

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a parziale copertura delle spese sostenute (al netto di IVA) come da tabella sottostante, con due diverse tipologie di intervento.

Cosa finanzia 

Il bando prevede un voucher per l'acquisto di servizi di un Digitale Export Manager (DEM) e per la promozione dell'e-commerce.

  1. Per la parte “DEM”, il contributo è forfettario e pari a € 3.000 a fronte di una spesa almeno pari a  € 6.000,00 per le voci di spesa indicate in seguito.
  2. Per la parte “E-commerce”, il contributo è invece variabile in funzione della spesa effettivamente sostenuta fino ad un massimo di € 5.000,00.

 

 

Il contributo massimo riconoscibile per ciascuna impresa è quindi pari a € 8.000,00.

Termini e modalità di presentazione delle domande 

Tutte le informazioni, il bando e la modulistica sono disponibili sul sito di Unioncamere Lombardia. 

 

Le domande di partecipazione devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it dalle ore 11.00 del 9 maggio 2022 fino alle ore 12.00 del 09 Settembre 2022 (salvo esaurimento anticipato delle risorse).

Per l’invio telematico è possibile accedere tramite il sito  http://webtelemaco.infocamere.it con SPID, CNS o CIE o attraverso le credenziali rilasciate precedentemente al 28 febbraio 2021 e completare la registrazione seguendo le indicazioni ricevute alla mail indicata.

Chiarimenti e assistenza sui contenuti del Bando e sulla procedura di presentazione domande scrivere a imprese@lom.camcom.it; Problemi tecnici di natura informatica - Infocamere tel. 049.2015215

    Innovaturismo 2022 - Progetti innovativi in ambito turistico

    Dal 30 Giugno 2022 al 30 Settembre 2022

    Il bando ha l'obiettivo di favorire la ripresa della domanda turistica sui territori lombardi attraverso un intervento di sostegno a imprese e partenariati di imprese che realizzino progetti in grado di migliorare la fruizione delle esperienze turistiche rendendole più sicure e aumentando la sostenibilità ambientale dei servizi offerti.

    A chi si rivolge
    • Singole Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) oppure
    • Partenariati costituiti da almeno 3 Micro, Piccole e Medie Imprese aventi almeno una sede legale o operativa in Lombardia, o partenariati costituiti da almeno 1 Associazione o Consorzio. 
    Tipo di agevolazione

    L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto parametrato alle sole spese ammissibili al netto di IVA in misura pari al 60% nel limite massimo di 60.000,00 euro. L’investimento minimo per l’impresa che partecipa in forma singola è pari a euro 10.000,00, mentre l’investimento minimo per partenariato è pari a euro 25.000,00. 
    Ciascuna impresa appartenente al partenariato deve sostenere un investimento minimo di 2.500,00 euro all’interno del progetto. 

    Cosa finanzia

    Sono finanziabili progetti innovativi di promozione e/o di sviluppo turistico che riguardino:

    • Soluzioni che dimostrino la capacità di migliorare la fruizione delle esperienze turistiche e del patrimonio culturale e che possano diversificare, ramificare, valorizzare e rendere accessibile, anche attraverso il digitale, l’offerta turistica.
    • Soluzioni che dimostrano la capacità di rendere più sicura l’intera esperienza turistica, dal momento della prenotazione alla ripartenza.
    • Soluzioni per aumentare la quantità e qualità dei dati disponibili e migliorare il loro utilizzo ai fini della comunicazione e marketing e dell’ottimizzazione dei processi interni.
    • Soluzioni per aumentare la sostenibilità ambientale dei servizi offerti.  

    I progetti devono rispondere ai  requisiti descritti nell'articolo B.2 Investimenti finanziabili del bando.

    Contatti e modalità di presentazione della domanda

    Il presente Bando è pubblicato sul sito di Unioncamere Lombardia (sezione Bandi – contributi alle imprese). 
    Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 11:00 del 30 giugno 2022 alle ore 13:00 del 30 settembre 2022 tramite il portale http://webtelemaco.infocamere.it
    Per chiarimenti sui contenuti del Bando contattare Unioncamere Lombardia all'indirizzo e-mail: cultura.turismo@lom.camcom.it
    Per assistenza tecnica relativa alle procedure informatizzate: telefono 049.2015215
     

    Innovazione delle filiere di economia circolare in Lombardia

    Regione Lombardia e il Sistema camerale lombardo, attivano la presente misura che si pone l’obiettivo di favorire la transizione delle piccole e medie imprese lombarde verso un modello di economia circolare, la riqualificazione dei settori e delle filiere lombarde e il riposizionamento competitivo degli interi comparti rispetto ai mercati, rendendo possibile la simbiosi industriale, anche ai fini della ripresa economica, attraverso il sostegno a:

    1. progetti che promuovano il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti o residui derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini e la riduzione della produzione di rifiuti;
    2. progetti che tengano conto dell’intero ciclo di vita del prodotto secondo la metodologia Life Cycle Thinking - Eco-design;
    3. progetti di cui ai punti 1 e 2 che intendano fornire una risposta alle nuove esigenze economiche, energetiche, per il clima e la biodiversità in particolare soluzioni riguardanti la prototipazione o lo sviluppo di nuovi materiali o prodotti e/o componenti con un approccio climate e biodiversity positive

    Dal 20 giugno 2022 al 19 settembre 2022

    A chi si rivolge

    I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese lombarde che presentino progetti in forma singola o in aggregazione formata da almeno 3 imprese rappresentanti la/le filiera/e.

    Le imprese che siano risultate beneficiarie di contributi, sia in forma singola che in aggregazione, a valere sulle precedenti edizioni del Bando Innovazione delle filiere di Economia Circolare in Lombardia (2020 – Fase 3 e 2021) possono presentare domanda sul presente bando esclusivamente in forma aggregata. Saranno considerate escluse le candidature in forma singola di tali imprese.

    Si rimanda all'articolo A.4 Requisiti delle imprese beneficiarie del bando per approfondimenti.

    Tipo di agevolazione

    Il contributo a fondo perduto è assegnato ad ogni singola impresa partecipante in funzione delle spese presentate, come da tabella all'articolo B.1 Caratteristiche dell’agevolazione e Regime di Aiuto del bando. In caso di aggregazione, il contributo è assegnato alle singole imprese che la compongono, in funzione dei rispettivi impegni di spesa dichiarati nel modulo di domanda.

    Investimento minimo euro 40.000,00 , contributo massimo euro 100.000,00, intensità dell’agevolazione pari al 40% dei costi ammissibili.

    Cosa finanzia

    Le imprese devono presentare un progetto esecutivo attinente a uno o più degli ambiti di intervento nell'articolo B.2 Interventi agevolabili.

    L'elenco delle spese ammissibili è descritto nell'articolo B.3 Spese ammissibili e soglie minime di ammissibilità.

    Contatti e modalità di presentazione della domanda

    Il bando integrale, istruzioni e modulistica sono disponibili sul sito di Unioncamere lombardia

    Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10:00 del 20 giugno 2022 alle ore 16:00 del 19 settembre 2022 tramite il portale http://webtelemaco.infocamere.it. Dal 28 febbraio 2021, la profilazione su www.registroimprese.it può avvenire esclusivamente con SPID, CNS o CIE.

    Contatti: Area Servizi per le imprese - Assistenza e Sviluppo PMI - email: ambiente@lom.camcom.it

    Efficienza energetica commercio e servizi

    Aperture domande 15 Giugno, scadenza 15 dicembre 2022

    L'obiettivo è sostenere le micro e piccole imprese lombarde dei settori commercio, pubblici esercizi e servizi che, a seguito dell’aumento dei costi dell’energia, dovuti anche dalla crisi internazionale in corso, vedono ulteriormente aggravato il contesto economico proprio nella fase di ripresa dalla crisi economica da Covid 19.

    A chi si rivolge

    Micro e piccole imprese afferenti ai settori commercio, pubblici esercizi e servizi in possesso dei codici ATECO dettagliati nel bando.

    Tipo di agevolazione

    L’agevolazione è concessa a fronte di un investimento minimo complessivo di € 4.000,00.

    L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa ritenuta ammissibile nel limite massimo di € 30.000,00.

    Cosa finanzia

    Sono ammissibili al contributo a fondo perduto investimenti per l’efficientamento energetico di un ammontare minimo pari a 4.000,00 euro, da realizzare unicamente presso la sede presente in Lombardia oggetto di intervento (rilevabile dalla visura) e da rendicontare unitamente alla domanda di concessione del contributo entro il 15 dicembre 2022 data di chiusura dello sportello.

    L’intervento di efficientamento energetico per essere ammissibile al contributo deve essere corredato, in fase di domanda, dalla relazione di un tecnico iscritto al relativo ordine professionale competente per materia, redatta secondo il modello All. E – Modello relazione tecnica, che dettagli gli investimenti e/o le soluzioni impiantistiche implementate che devono trovare riscontro nelle voci di spesa, con evidenza del risparmio energetico conseguito con l’intervento di efficientamento realizzato specificando i consumi energetici al momento della domanda e conseguiti/previsti con la realizzazione degli investimenti oggetto della domanda stessa.

    L'elenco delle spese ammissibili è consultabile nel testo integrale del bando

     

    Contatti e modalità di presentazione della domanda

    Le domande di contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it dalle ore 10.00 del 15 giugno 2022 fino alle ore 16.00 del 15 dicembre 2022 (salvo esaurimento anticipato delle risorse) allegando la documentazione di realizzazione dell'investimento.

    Per l’invio telematico è possibile accedere tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it con SPID, CNS o CIE o attraverso le credenziali rilasciate precedentemente al 28 febbraio 2021 e completare la registrazione seguendo le indicazioni ricevute alla mail indicata

    Contatti:

    • per chiarimenti e assistenza sui contenuti del Bando e sulla procedura di presentazione delle domande scrivere a ambiente@lom.camcom.it
    • per problemi tecnici di natura informatica contattare l’assistenza di Infocamere al numero 049.2015215
    Nuova Impresa 2022 dal 4 aprile 2022

    Il bando emanato da Regione Lombardia e sistema camerale lombardo intende sostenere l’avvio di nuove imprese e l’autoimprenditorialità, anche in forma di lavoro autonomo con partita IVA individuale, anche quale opportunità di ricollocamento dei soggetti fuoriusciti dal mercato del lavoro, attraverso l’erogazione di contributi sui costi connessi alla creazione delle nuove imprese

    A chi si rivolge

    Il bando è destinato a: 

    • MPMI lombarde costituite a partire dal 1°gennaio 2022, iscritte ed attive al Registro delle Imprese, in Lombardia;
    • i lavoratori autonomi con partita iva individuale non iscritti al Registro delle Imprese attiva a decorrere dal 1° gennaio 2022 e che hanno il domicilio fiscale in Lombardia
    Tipo di agevolazione

    Il bando eroga contributi a fondo perduto

    L’agevolazione è concessa a fronte di un budget di spesa composto da spese in conto capitale e spese di parte corrente, con un minimo di spese in conto capitale pari al 50% del totale.

    I progetti dovranno prevedere un investimento minimo di € 3.000,00.

    L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa ritenuta ammissibile nel limite massimo di € 10.000,00.

    L’agevolazione è da imputare specificamente a copertura delle spese in conto capitale e non può pertanto essere superiore all’importo di quest’ultime.

    Laddove le spese di parte corrente fossero superiori al 50%, queste saranno considerate non ammissibili per la parte eccedente il 50%.

    Possono essere presentate anche domande di contributo che prevedano esclusivamente spese in conto capitale.

    Cosa Finanzia

    L'elenco delle spese è disponibile nel Bando approvato con determinazione D.O. n. 29/2022 del 14 marzo 2022. FAQ aggiornate al 29 marzo 2022

    Termini e modalità di presentazione delle domande

    Le domande di partecipazione devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it dalle ore 14.00 del 4 aprile 2022 fino alle ore 12.00 del 31 marzo 2023.

    Per l’invio telematico è possibile accedere tramite il sito  http://webtelemaco.infocamere.it con SPID, CNS o CIE o attraverso le credenziali rilasciate precedentemente al 28 febbraio 2021 e completare la registrazione seguendo le indicazioni ricevute alla mail indicata.

    Chiarimenti e assistenza sui contenuti del Bando e sulla procedura di presentazione domande scrivere a territorio@lom.camcom.it; Problemi tecnici di natura informatica - Infocamere tel. 049.2015215

    ON Nuove Imprese tasso zero

    Il bando ON è stato riaperto: i requisiti di accesso e le modalità di presentazione della domanda non sono variate: la procedura è tutta online attraverso la piattaforma di Invitalia

    Attenzione: al 15 aprile 2022 sono state inviate domande per un importo richiesto complessivo superiore alla dotazione finanziaria. Lo sportello resta in ogni caso aperto ed è possibile continuare a presentare le domande fino a eventuali nuove comunicazioni.

    Tuttavia a partire dalla suddetta data, l’avvio alla valutazione degli ulteriori nuovi progetti presentati avverrà - nel rispetto dell’ordine cronologico di arrivo – considerando gli importi concessi a valle degli esiti istruttori delle domande valutate positivamente e le risorse liberate dalle domande valutate con esito negativo, a seguito delle istruttorie in corso.

    Maggiori dettagli sul sito di Invitalia Spa

    A chi si rivolge

    ON - Oltre Nuove imprese a tasso zero si rivolge alle micro e piccole imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne di tutte le età, su tutto il territorio nazionale.

    Sono ammissibili le imprese che abbiano una compagine sociale composta per almeno il 51% da giovani under 35 e da donne di tutte le età. La maggioranza si riferisce sia al numero di componenti donne e/giovani presenti nella compagine sociale sia alle quote di capitale detenute. Ad esempio, una società composta solo da un uomo over 35 e una donna/uomo under 35 non saranno ammessi al finanziamento, è richiesta una terza persona che abbia i requisiti.

    Accedono al finanziamento le imprese costituite entro i 5 anni precedenti con regole e modalità differenti a seconda che si tratti imprese costituite da non più di 3 anni o da imprese costituite da almeno 3 anni e da non più di 5.

    Anche le persone fisiche possono presentare domanda di finanziamento, con l’impegno di costituire la società dopo l’eventuale ammissione alle agevolazioni

    Tipo di agevolazione

    Le agevolazioni prevedono un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro, che può coprire fino al 90% delle spese totali ammissibili.

    Cosa finanzia

    Le imprese possono richiedere il finanziamento per realizzare nuove iniziative o ampliare, diversificare o trasformare le attività esistenti. La copertura delle spese ammissibili può arrivare al 90% da rimborsare in 10 anni.

    Termini e modalità di presentazione delle domande

    Lo sportello resterà aperto fino ad esaurimento delle risorse.

    Tutte le informazioni, i contatti  e le modalità di presentazione della domanda sono disponibili sul sito di Invitalia Spa

    Nuovo selfiemployment

    SELFIEmployment finanzia con prestiti a tasso zero l'avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani NEET. Il Fondo è gestito da Invitalia 

    A chi si rivolge

    L’incentivo è rivolto ai NEET, donne inattive e disoccupati di lunga durata con una forte attitudine al lavoro autonomo e all’imprenditorialità e che hanno voglia di mettersi in gioco.

    Per poter accedere al finanziamento bisogna essere residenti nel territorio nazionale e appartenere a una delle seguenti categorie:

    • NEET (Not in Education, Employment or Training), vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda, si sono iscritti al programma Garanzia Giovani entro il 29esimo anno di età e  non sono impegnati in altre attività lavorative e in percorsi di studio o di formazione professionale
    • donne inattive, vale a dire donne maggiorenni che al momento della presentazione della domanda non risultano essere occupate in altre attività lavorative.  Le donne inattive e i disoccupati di lunga durata non necessitano di essere iscritti a Garanzia Giovani.
    • disoccupati di lunga durata, vale a dire persone maggiorenni che al momento della presentazione della domanda: non risultano essere occupati in altre attività lavorative e hanno presentato da almeno 12 mesi una dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID)
      Cosa Finanzia 

      Possono essere finanziate le iniziative in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising.

      Possono essere finanziate le seguenti spese:

      • strumenti, attrezzature e macchinari hardware e software opere murarie (entro il limite del 10% del totale delle spese in investimento ammesse) spese di gestione quali: locazione di beni immobili e canoni di leasing; utenze; servizi informatici, di comunicazione e di promozione; premi assicurativi; materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti; salari e stipendi

      Tempi di realizzazione
      Chi ottiene il finanziamento deve impegnarsi a costituire la società e individuare una sede operativa (se non già fatto in sede di domanda) entro 3 mesi dalla concessione del finanziamento e deve completare il programma di investimento entro 18 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento.

      Termini e modalità di presentazione delle domande

      La domanda e i relativi allegati possono essere inviati esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia.

      Tutti i dettagli sono disponibili sul sito di Invitalia Spa

      Bandi in corso

      In questa sezione sono disponibili le informazioni su bandi - per i quali non è più possibile presentare richiesta di contributo - predisposti da Regione Lombardia e Camere di Commercio Lombarde tramite Unioncamere Lombardia, nell’ambito degli impegni assunti con l’Accordo per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo.

      Accedendo ai link dedicati potranno essere consultate le informazioni relative a bandi in fase istruttoria con graduatorie da pubblicare, pubblicate o in fase di rendicontazione

      Vai ai bandi in corso 
      Nuova Sabatini anno 2022

      La misura Beni strumentali ("Nuova Sabatini") è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese. 
      La misura sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

      La misura è articolata e complessa, si suggerisce di approfondire la tematica nelle pagine dedicate sul sito del MI.SE.

      A chi si rivolge

      Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI) che alla data di presentazione della domanda:

      • sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese o nel Registro delle imprese di pesca
      • sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali
      • non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione Europea
      • non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà
      • sono residenti in un Paese estero purché provvedano all’apertura di una sede operativa in Italia entro il termine previsto per l’ultimazione dell’investimento

      Sono ammessi tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, ad eccezione dei seguenti:

      • attività finanziarie e assicurative
      • attività connesse all’esportazione e per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione
      Tipo di agevolazione

      Consistono nella concessione da parte di banche e intermediari finanziari, aderenti all’Addendum alla convenzione tra il Ministero dello sviluppo economico, l’Associazione Bancaria Italiana e Cassa depositi e prestiti S.p.A., di finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese per sostenere gli investimenti previsti dalla misura, nonché di un contributo da parte del Ministero dello sviluppo economico rapportato agli interessi sui predetti finanziamenti.

      I dettagli sono disponibili nella pagina del Ministero dello Sviluppo Economico 

      Cosa Finanzia

      I beni devono essere nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali per “impianti e macchinari”, “attrezzature industriali e commerciali” e “altri beni” ovvero spese classificabili nell'attivo dello stato patrimoniale alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4 dell’articolo 2424 del codice civile, come declamati nel principio contabile n.16 dell’OIC (Organismo italiano di contabilità), nonché a software e tecnologie digitali.  Non sono in ogni caso ammissibili le spese relative a terreni e fabbricati, relative a beni usati o rigenerati, nonché riferibili a “immobilizzazioni in corso e acconti” Gli investimenti devono soddisfare i seguenti requisiti:

      • autonomia funzionale dei beni, non essendo ammesso il finanziamento di componenti o parti di macchinari che non soddisfano tale requisito

      • correlazione dei beni oggetto dell’agevolazione all’attività produttiva svolta dall’impresa
      Termini e modalità di presentazione delle domande

      Le modalità di presentazione della domanda, nonché tutta la modulistica, i termini per l'erogazione delle agevolazioni e i contatti, sono disponibili sulla pagina del MI.SE.

      #Riparto - percorsi di welfare aziendale

      Avviso pubblico #Riparto - percorsi di welfare aziendale per agevolare il rientro al lavoro delle madri, favorire la natalità e il work-life balance.

      L’iniziativa ha il fine di sostenere il ritorno al lavoro delle lavoratrici madri dopo l’esperienza del parto, anche attraverso l’armonizzazione dei tempi di lavoro e dei tempi di cura della famiglia, mediante il finanziamento di progettualità proposte dalle imprese, che siano in grado di fornire un sistema integrato di strumenti atti a favorire la risoluzione di problemi comuni alle lavoratrici madri dopo l’arrivo di un figlio.

      L’Avviso prevede tre mesi di tempo per costruire il progetto di welfare aziendale finalizzato a sostenere il rientro al lavoro delle lavoratrici madri e a favorire l’armonizzazione dei tempi di lavoro e dei tempi di cura della famiglia.

      A chi si rivolge

      Possono presentare domanda di finanziamento:

      • le imprese, ai sensi dell’articolo 2082 c.c e dell’articolo 2083 c.c., aventi sede legale o unità operative sul territorio nazionale;
      • i consorzi e i gruppi di società collegate o controllate ai sensi dell’articolo 2359 c.c.
      • Imprese, consorzi e gruppi di società collegate o controllate possono partecipare anche in forma associata con altri soggetti aventi gli stessi requisiti richiesti dall’Avviso per i partecipanti singoli, costituendosi in associazione temporanea di scopo (ATS), contratto di rete o associazione temporanea d’impresa (ATI) e individuando un capofila che presenti una unica domanda di finanziamento, un unico progetto ed un unico piano finanziario.
      Tipo di agevolazione

      Contributi diversificati secondo quanto previsto nell'avviso in calce all'articolo 

      Cosa finanzia

      Finalità dell’avviso è quindi quella di incentivare lo sviluppo di progetti capaci di fornire un sistema integrato di strumenti quali benefit, facility e servizi alla persona atti a concorrere sinergicamente alla risoluzione di problematiche comuni alle lavoratrici madri dopo l’arrivo di un nuovo figlio, anche alla luce della rilevanza delle misure di sostegno in relazione allo sviluppo psicofisico dei bambini con particolare riferimento ai primi 1000 giorni di vita.

      Dettagli, modulistica e modalità di presentazione della domanda

      Per accedere al finanziamento occorre presentare, a pena di irricevibilità, entro le ore 12.00 del 5 settembre 2022, via PEC all’indirizzo: AvvisoRiParto@pec.governo.it:, la domanda deve essere redatta secondo le indicazioni previste dall'avviso , corredata dalla modulistica compilata secondo le indicazioni della guida.

      Tutti i materiali sono disponibili sul sito Dipartimento per le politiche della famiglia

      Dove rivolgersi

      Ufficio

      Competitività delle Imprese
      Via Einaudi, 23 - 25121 Brescia - II Piano

      Contatti

      Email: pni@bs.camcom.it

      Telefono: 030.3725298 / 030.3725264

      Ultima modifica
      Mar 27 Set, 2022